I controlli non distruttivi (CND)

CND controlli non distruttivi

Controlli non distruttivi

I controlli non distruttivi (CND)

di Ruben Taschini

Tutti gli apparecchi a pressione durante il loro ciclo di vita devono essere sottoposti a delle verifiche che ne attestino l’integrità strutturale .Sono detti controlli non distruttivi (CND). Questo per grantire all’utilizzatore, di avere sempre un’attrezzatura a pressione che rispetta i requisiti di sicurezza dettati dalla normativa vigente. PED

Cosa sono i controlli non distruttivi? CND

I controlli non Distruttivi (CND) possono essere detti anche Prove non Distruttive (PND) o Non Destructive Testing (NDT). In pratica sono tutte quelle procedure tecniche che vengono effettuate sui materiali delle attrezzature senza andare ad alterare lo stato fisico/chimico delle stesse.

Perchè si fanno i controlli non distruttivi?

I controlli valutano lo stato di salute dei recipienti in pressione quali tubazioni, serbatoi e simili, e ne decretano la fattibilità di continuare ad esercirli in sicurezza.Vengono eseguiti allo scopo di rilevare la presenza di eventuali difetti dei materiali, classificandone la tipologia e la grandezza.

I difetti possono essere:

  • Dovuti all’usura del metallo durante il processo lavorativo o a seguito di stress termici o di pressione
  • Imperfezioni di saldatura
  • Imperfezioni da lavorazione primaria
  • Imperfezioni da laminazione
  • Imperfezioni di fucinati, getti, estrusi, trafilati e da molatura
  • Imperfezioni da trattamento termico
  • Collaudo dimensionale

Quali sono i principali controlli che si effettuano ?

Tra i principali esami da effettuare su una attrezzatura abbiamo:

  1. Esame visivo
  2. Liquidi penetranti
  3. Radiografia
  4. Ultrasuoni
  5. Correnti indotte
  6. Magnetici
  7. Emissioni acustiche
  8. Termografia
  9. Prove di tenuta

Ogni quanto bisogna fare i controlli non distruttivi?

I controlli sono normati dal DL. 81/08 secondo l’allegato VII – Verifiche di attrezzature di lavoro.  Di regola vengono effettuati ogni dieci anni durante la verifica  di integrità o ogni qualvolta vengano effettuate delle riparazioni a seguito dell’insorgenza di difetti presenti o presunti.

Lo Studio SFT Consulting si avvale di professionisti qualificati  esperti  in CND e  Vi seguirà passo passo nella gestione delle pratiche delle verifiche periodiche dell’ allegato VII del DL. 81/08